Spontex, per una casa pulita e protetta

Con enorme piacere sono stata scelta per il progetto “Spontex, per una casa pulita e protetta”. In questo nuovo progetto TRND scopriremo insieme i panni in Microfibra Spontex.

Si tratta di panni in microfibra con colori fluo pensati per rimuovere facilmente lo sporco ed il grasso. Non solo! Sono in grado di rimuovere i batteri in modo efficace, anche solo con acqua!

Inoltre sono adatti a tutti i tipi di superficie, anche quelle più delicate, e possono essere lavati in lavatrice.

Perchè le microfibre di Spontex sono così speciali?

1- Ultra Efficaci: grazie alla loro composizione, hanno uno straordinario potere pulente, capace di rimuovere il 99% dei batteri dalle superfici;

2- Ecologiche: efficaci anche solo con acqua senza bsogno di detergenti;

3- Super resistenti: possono essere lavatein lavatrice fino a 500 volte;

4- Multiuso: Grandi dimensioni per tutta la casa;

5- Antigraffio: Morbide al tatto e delicate con tutte le superfici.

Proprio così, grazie alla sua forma a stella, Spontex attira lo sporco e i batteri rimuovendoli anche solo con acqua.

Chi mi conosce sa che ho parecchi mobili in legno che necessitano di particolare cura e questi panni fanno proprio al caso mio.

Per me ora è giunto il momento di metterli alla prova e non vedo l’ora di cominciare!

Se anche voi siete curiosi, Spontex dà a tutti la possibilità di acquistare i prodotti del riccio con il 30% di sconto (con cumulabile con altre promozioni in corso) utilizzando il codice SPONTEX30 su www.spontex.shop proprio un’occasione da prendere al volo!

#benvenutopulitoconspontex #progettotrnd #spontex #acasaconspontex #progettospontex

Alla prossima! 🙂

Babka

La Babka è un tipico dolce ebraico di origini polacche.
Babka significa “piccolo pane della nonna” ed è un dolce lievitato al cioccolato a cui spesso si aggiunge della frutta secca tritata.
Ho provato a farlo per curiosità e la sua dolcezza e morbidezza ha conquistato tutta la famiglia.
Preparare questo dolce non è molto difficile, ció che serve è avere una impastatrice o avere tanta voglia di impastare. 😄

BABKA

Per l’impasto:
250 gr di farina 00;
250 gr di farina di Manitoba;
130 gr di latte;
130 gr di burro;
100 gr di zucchero;
3 uova;
8 gr di lievito fresco;
Vaniglia q.b. (io ho utilizzato l’Estratto di Vaniglia Naturale di PaneAngeli).

Per il ripieno:
250 gr di cioccolato fondente;
70 gr di burro.

Per la superficie:
1 uovo;
Latte q.b.

Mettere nella planetaria il lievito sbriciolato, lo zucchero e le farine. Azionare la macchina e aggiungere le uova sbattute con il latte un poco alla volta, la vaniglia ed infine il burro morbido, un pezzetto per volta, aspettando che il pezzetto precedente sia completamente assorbito dall’impasto.
Impastare per qualche minuto, fermare l’impastatrice e lasciare lievitare fino a che l’impasto non raddoppia il volume, potrebbero volerci anche 3/4 ore.

Nel frattempo frullare il cioccolato con il burro.

Stendere l’impasto a forma di rettangolo, ricoprire con il ripieno al cioccolato e burro e arrotolare dal lato più lungo.

Con un coltello dividere a metà il rotolo e intrecciare le due metà saldandole bene sul fondo.

Trasferire l’impasto su una teglia da forno e lasciare lievitare per almeno un’ora.

Spennellare con l’uovo sbattuto in un goccio di latte.

Cuocere in forno a 180 gradi per 35-40 minuti.

Lasciare raffreddare e cospargere di zucchero a velo.

Personalmente adoro questo dolce, è perfetto per la prima colazione o per una dolcissima merenda.

Alla prossima! 😊

Progetto Coca Cola Zero

Mi ha fatto veramente molto piacere essere scelta da TRND come ambasciatrice del progetto Coca Cola Zero.

Adoro Coca Cola e vado matta per il Sabato Sera con Pizza e Coca Cola.

Da qualche mese poi ho scoperto Coca Cola Zero, tanto gusto con zero zucchero e zero calorie, insomma, zero sensi di colpa!

E che belle sono le serate all’aperto, #zerostress, #zeronoia, #zerozuccheri? #Estatecocacolazero!

Alla prossima! 🙂

Involtini di verza

Non sono mai stata una grande fan delle verze, ricordo ancora quanto non mi piacessero da piccola. Negli ultimi anni, però, ho cominciato ad apprezzarle e oggi ho voluto utilizzarle per arricchire le classiche polpette.

Ecco i miei involtini di verza.

INVOLTINI DI VERZA
1 verza;
500 gr di carne macinata;
1 salsiccia;
100 gr di pangrattato;
50 gr di formaggio grattugiato;
1 uovo;
100 ml di latte;
sale;
pepe.

Ho pulito e cotto al vapore 12 foglie di verza.
Mentre le foglie cuocevano ho preparato le polpette inserendo nella planetaria la carne, la salsiccia spellata, l’uovo, il pangrattato, il latte, il formaggio, il sale e il pepe e ho amalgamato tutti gli ingredienti utilizzando la frusta K.
Pronto il ripieno, ho adagiato le foglie di verza su un piano e le ho farcite con l’impasto di carne.
Ho chiuso gli involtini e li ho adagiati in una profila lasciando la parte aperta rivolta verso il basso.
Con l’impasto avanzato ho fatto delle classiche polpette che ho adagiato ai lati della pirofila.
Ho cosparso la superficie con del formaggio grattugiato e del pangrattato.
Ho messo in forno e ho cotto a 180 gradi per 35-40 minuti.

Ecco il piatto:

Alla prossima! 😊

Risotto al radicchio rosso e salamino

Mi piace tantissimo il risotto al radicchio rosso ma per farlo apprezzare anche al resto della famiglia ho pensato di aggiungerci un salamino per renderlo più goloso.

Il sapore amarognolo del radicchio e il gusto sfizioso del salamino legano benissimo e rendono questa ricetta, nata un po’ per caso e con ingredienti dosati ad occhio, veramente gustosa, da rifare.

Risotto al radicchio rosso e salamino

250 gr di riso carnaroli;
1 salamino;
1/2 radicchio rosso;
cipolla rossa;
vino bianco;
brodo
olio;
formaggio grattugiato.

Far soffriggere in poco olio la cipolla tritata fine e il salamino.
Aggiungere il radicchio e il riso, far soffriggere un po’ e sfumare con il vino bianco.
Far evaporare il vino e aggiungere il brodo, poco per volta, fino a completa cottura.
Mantecare con il formaggio grattugiato e servire.

Questo è il risultato:

Alla prossima!

Muffin al cacao con farina di riso senza lattosio

Mi piace la farina di riso nei dolci, li rende più friabili è più leggeri e oggi ero determinata a creare una ricetta che fosse il più leggera possibile cercando di evitare anche il lattosio.

L’esperimento è riuscito, leggeri, friabili e golosi grazie l’aggiunta del cacao, sono piaciuti a tutta la famiglia, ecco la ricetta.

Muffin con farina di riso al cacao senza lattosio
3 uova;
200 gr di farina di riso;
70 gr di fecola di patate;
120 gr di zucchero;
30 gr di cacao;
100 ml di acqua;
50 ml di olio di semi;
1 bustina di lievito.

Foderare una teglia di muffin con dei pirottini.
In una planetaria montare le uova con lo zucchero fino a renderle bianche e spumose.
Aggiungere l’acqua, l’olio e le farine setacciate con il lievito.

Mescolare bene gli ingredienti e riempire i pirottini.

Cuocere in forno caldo a 180 gradi per 20 minuti.

Decorare con la glassa all’acqua e zuccherini colorati.

Per la glassa? Mescolare 30 gr di zucchero a velo con qualche goccia di acqua. Mescolare bene fino ad ottenere una consistenza densa non troppo liquida. Mettere in una sac a poche e decorare i muffin.

Ecco il risultato:

Alla prossima! 😉

Risotto zucchine e scamorza affumicata

Adoro questo risotto, è sicuramente fuori stagione ma mi è presa una voglia di mangiarlo tale che non ho saputo resistere.

L’ho “scoperto” qualche anno fa al pranzo per festeggiare la Cresima di mia figlia e ogni tanto lo ripropongo a casa, piace a tutti!

Ottimo in primavera ed estate con zucchine di stagione e con la scamorza filante che da quel pizzico di affumicato al risotto rendendolo veramente gustoso.

RISOTTO ZUCCHINE E SCAMORZA
(per 3 persone)
1/2 cipolla;
250 gr. di riso;
1 zucchina; 150 gr. di scamorza affumicata;
1/2 bicchiere di vino bianco;
500 ml di acqua;
1 cucchiaio di dado vegetale bimby;
Olio;
grana grattugiato.

Tagliare finemente la cipolla e lasciarla rosolare in un goccio di olio.
Aggiungere la zucchina tagliata a pezzi, il riso e lasciare rosolare ancora per qualche istante.
Aggiungere il vino bianco e lasciare evaporare.
Aggiungere l’acqua, il dado e continuare la cottura fino a totale assorbimento del brodo.
Controllate che la cottura sia stata raggiunta (se così non fosse aggiungete ancora un poco di brodo e continuate la cottura ancora per qualche minuto) e aggiungere la scamorza tagliata a pezzettini. Mescolare e mantecare con del grana grattugiato e servire.

Et voilà! Pronto!

Campagna Delacre con The Insiders, una vera bontà!

Sono stata scelta da The Insider come Ambassador e deliziata con alcuni prodotti Delacre.

La storia di Delacre inizia nel cuore della città di Bruxelles, dove Charles Delacre appassionato di arte pasticciera, aprì il suo primo laboratorio di lavorazione del cioccolato nel 1873. La sua attività incontrò rapidamente successo e questo lo invogliò a dedicarsi sempre di più alla creazione di nuove specialità. Il suo spirito pionieristico venne inoltre premiato nel 1879 quando la Famiglia Reale belga lo nominò fornitore ufficiale del Palazzo Reale di Bruxelles. Il marchio Delacre nacque ufficialmente nel 1891 quando Charles Delacre produsse la prima gamma di biscotti Delacre, alcuni di loro divenuti iconici e ancora prodotti con successo, grazie all’irresistibile connubio tra l’intenso gusto di cioccolato e il croccante biscotto in pasta frolla. Oggi, i prodotti Delacre deliziano i consumatori di molti Paesi, trasmettendo, in tutte le sue varietà, lo spirito innovativo e la passione per la qualità ereditate adesso fondatore.

IL CIOCCOLATO BELGA

I prodotti Delacre utilizzano il vero cioccolato belga, famoso in tutto il mondo per il suo gusto unico e l’indiscussa qualità. Sin dal XVII secolo i Maîtres Chocolatieres Belgi hanno infatti reso celebre la loro arte, facendone così una delle caratteristiche identificative della storia e della cultura del Paese. Il cioccolato belga si distingue inoltre per la presenza di un livello minimo di cacao puro del 35% e per i processi di raffinazione, miscelazione e contagio che vengono effettuati rigorosamente in Belgio.

Cosa caratterizza i prodotti Delacre?

Competenza senza pari, Cura dei dettagli, Eleganza senza tempo, Creatività ispiratrice e Tradizione artigianale.

Quali caratteristiche hanno i prodotti che ho ricevuto?

MARQUISETTE

Un’icona di Delacre. Un delicato biscotto di pasta frolla dalla forma raffinata, reso ancora più delizioso dal finissimo cioccolato belga.

MARQUISETTE NOIR

L’ultima deliziosa creazione di Delacre. Pasta frolla al cacao, finissimo cioccolato fondente e croccanti perle di cioccolato.

BIARRITZ

Il Savoir-faire de Delacre. Un sottile biscotto ricoperto di finissimo cioccolato fondente e scaglie di cocco.

MATADI

Delizioso wafer croccante con cremoso cioccolato al suo interno, ricoperto di intenso cioccolato fondente.

CIGARETTES RUSSES

Un croccante e dorato biscotto ideale per accompagnare dessert e caffè. Senza lattosio è l’ideale anche per gli intolleranti al latte, con le dovute cautele.

Siete curiosi di provarli? Li potete trovare nei negozi e on line, ve li consiglio, a noi sono piaciuti tantissimo!

Cupcakes con crema al burro

Era da tempo che volevo provare a fare la crema al burro per decorare dei cupcakes e finalmente ci sono riuscita.
Devo però ammettere che il risultato non mi ha particolarmente entusiasmata. Non amo il burro crudo e anche sui cupcakes, seppur dolcificato, non mi ha fatto impazzire.
Questi cupcakes sono comunque piaciuti al resto della famiglia dunque posso ritenermi soddisfatta.

CUPCAKES CON CREMA AL BURRO
Ricetta per i cupcakes
2 uova;
150 ml di latte;
50 gr. di burro;
200 gr. di farina;
150 gr. di zucchero semolato;
50 gr. di cacao amaro;
1/2 bustina di lievito per dolci.
Sbattere le uova e aggiungere il latte, il burro fuso, la farina setacciata con il lievito, lo zucchero e il cacao.
Amalgamare bene con una frusta e versare in 12 stampi da muffin riempiendoli fino ai 2/3.
Cuocere i cupcakes in forno caldo a 180 gradi.

Ricetta per la crema al burro
1 uovo (50 grammi);
20 gr di acqua;
65 gr. di zucchero;
100 gr. di burro a pomata.

Montate l’uovo con le fruste.
Mettere l’acqua e lo zucchero in una casseruola, mescolare e portare a 115 gradi.
Togliere dal fuoco e aggiungere all’uovo continuando a sbattere.
Terminato il raffreddamento aggiungere il burro, poco alla volta, continuando a sbattere.
Mettere in una sac a poche e porre in frigorifero a far riposare per una decina di minuti.

Decorare i cupcakes con la crema al burro, zuccherini e confetti al cioccolato.

Eccoli!

Cupcakes con crema al burro

Alla prossima!!! 

Torta di zucchine al cacao

Avevo in frigorifero un bel po’ di zucchine e non volevo utilizzarle per fare le solite zucchine trifolate.
Non so come ma mi è venuto in mente che potevo farci una bella torta.
Inizialmente avevo paura che ne uscisse una roba da buttare, che sapesse troppo di zucchine o che i miei figli si accorgessero e non la volessero nemmeno provare, invece è stato un successo, le zucchine non si vedono nell’impasto e rendono il dolce soffice e umido.
È piaciuta a tutti! Anche ad Andrea, il più “complicato” di tutta la famiglia.

INGREDIENTI
3 uova;
200 zucchero;
200 farina;
150 olio di semi;
1 bustina di lievito;
30 gr di cacao;
300 zucchine;
Granella di zucchero;
Zucchero a velo.

Come primo passaggio ho tritato le zucchine nel Bimby. Avevo il terrore si vedessero nel l’impasto dunque ho cercato di tritarle il più possibile.

Nel frattempo, nella planetaria montare le uova e lo zucchero con l’aiuto della frusta.

Abbassare la velocità e aggiungere la farina setacciata, il cacao, la vanillina e il lievito.

Infine aggiungere l’olio e le zucchine cercando di strizzarle un poco per far perdere un po’ di acqua.

Mettere l’impasto in una tortiera e cospargere con granella di zucchero.

Cuocere in forno caldo a 180 gradi per almeno 60 minuti.

Al momento di servire cospargere di zucchero a velo.

Eccola:

Alla prossima! 😊